Come fare uno spostamento massivo di task correlati in Microsoft Project

Tutorial

La gestione di un progetto complesso, a volte richiede l’applicazione di operazioni articolate e delicate. In questo post vediamo come spostare un alto numero di task, utilizzando gli strumenti nativi di Microsoft Project

Supponiamo che una grande porzione dell’intero progetto è slittato, ed occorre modificare le date di inizio dei task. Se i task che seguono si trovano sul Percorso Critico, nessun problema. Appena Project sposta le attività che selezioniamo, tutte le successive si sposteranno rispettando anche le giornate non lavorative del calendario di progetto. Se invece i task che seguono quelli da slittare, non appartengono al percorso critico, allora dovremmo spostarli noi manualmente
Inoltre, se per spostare le date di inizio modifichiamo la data Inizio dell’attività nell’omonima colonna della vista Diagramma di Gantt, allora MS Project inserirà il vincolo Iniziare non prima del, come nell’immagine che segue:

 

Gantt: vincolo

vediamo l’icona indicante il vincolo nella prima colonna. Se applichiamo lo stesso metodo a decine di attività, oltre ad essere lungo e laborioso, carichiamo di vincoli il nostro piano di Project.

Potrebbe interessarti anche: Come monitorare il progresso del tuo progetto con Microsoft Project
Potrebbe interessarti anche: Come creare un nuovo progetto con Smartsheet, nel Cloud

 

Vediamo qui di seguito l’applicazione del tool Sposta Attività avanti/indietro

Microsoft Project mette a disposizione comando molto comodo, che fa praticamente tutto il lavoro da solo. Basta selezionare le attività che vogliamo spostare e Project provvederà a modificare le date di inizio delle attività (selezionate) della quantità di giorni scelta. Per farlo scegliamo il comando Sposta dal menu Attività come in figura:

Sposta task 1 settimana

Le date di inizio delle attività selezionate sono state modificate di una settimana. Un effetto collaterale, sgradevole, è che tutte le attività potrebbero ereditare un vincolo Iniziare non prima del.

La schedulazione in esempio fa parte del Cammino Critico. Se così non fosse, ci ritroveremmo a spostare anche le attività successive con il comando Sposta attività.

Cercare di inserire meno vincoli possibile, è una buona pratica per poter gestire con più facilità l’aggiornamento del piano di Project

Potrebbe interessarti anche: Project Management: formazione per la gestione dell’Innovazione

 

Per maggiori informazioni sui corsi di formazione Project Management e Microsoft Project, potete cantattarmi inviando una email all’indirizzo info@bloginnovazione.it, o compilando il form contatti di BlogInnovazione.it

Ercole Palmeri

CV Ercole Palmeri

Temporary Innovation Manager

Associato Leading Network

Condividi con noi:
Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Digitale
4
Come usare Google Analytics per potenziare le vendite del tuo e-commerce

Se gestisci un negozio online, c’è uno strumento assolutamente necessario per incrementare le tue vendite: Google Analytics. Google Analytics è uno strumento irrinunciabile, in grado di fornire dati e informazioni utilissime per sviluppare siti Web di diversa natura, e migliorare la posizione nella SERP. Dal reseller al travel, i siti …

Digitale
Guida completa per la gestione dei contenuti duplicati in Magento

Anche se in Magento non vengono create pagine uguali, il sito ecommerce conterrà pagine con contenuti duplicati Google non può capire che tutti gli indirizzi URL dei prodotti duplicati, o contenuti duplicati, di Magento hanno come target la stessa pagina. Gli utenti vedranno la versione più pertinente (secondo Google) dell’URL …

Digitale
4
Come indicizzare al meglio le pagine prodotto del tuo e-commerce, quando hai molti contenuti duplicati

Andiamo a vedere come indicizzare bene il tuo sito, in modo tale che i motori di ricerca possano classificare al meglio le pagine dei tuoi prodotti. Vediamo come indicizzare sito eCommerce al meglio, quando potresti avere molti contenuti duplicati. Nel 2013, il motore di ricerca Google si è reso conto …