Come usare Google Analytics per potenziare le vendite del tuo e-commerce

Digitale
2

Se gestisci un negozio online, c’è uno strumento assolutamente necessario per incrementare le tue vendite: Google Analytics.

Google Analytics è uno strumento irrinunciabile, in grado di fornire dati e informazioni utilissime per sviluppare siti Web di diversa natura, e migliorare la posizione nella SERP. Dal reseller al travel, i siti web di tutti i settori utilizzano Analytics come strumento di riferimento.

Per i negozi di e-commerce, Analytics è un must perché l’e-commerce cresce grazie all’analisi proattiva sui dati. Ma è anche vero che l’interpretazione errata dei dati, potebbero portarti a fare scelte sbagliate per il tuo negozio. I dati interpretati male possono facilmente fare la differenza, tra la conversione di un lead, o la sua perdita. E per una startup o un negozio di e-commerce che sta crescendo, ogni vendita conta.

Nelle mani dell’utente giusto, Google Analytics è un potente strumento per analizzare il successo del tuo e-commerce, e sviluppare nuove strategie per aiutarti a generare entrate. Ma uno strumento è utile solo se sai come usarlo. E Google Analytics non fa eccezione.

Vediamo quindi alcuni passaggi che ti aiuteranno a utilizzare Google Analytics, e ad aumentare le vendite del tuo e-commerce.

1. Ottimizza i contenuti lavorando con le ricerche sul sito web

Come sappiamo, è importante curare i contenuti del sito per dare ai clienti, esattamente ciò che cercano. Ma come fai a sapere cosa cercano i tuoi clienti?

Google Analytics ha un report sui termini di ricerca, che ti consente di visualizzare ciò che i tuoi visitatori stanno cercando sul tuo sito. Questo è il tipo di report, che può veramente aiutarti ad aumentare il posizionamento nei motori di ricerca.

Con il report sui termini di ricerca, puoi analizzare cosa cerca il tuo visitatore, e quindi capire cosa manca agli occhi del tuo visitatore. E nel panorama digitale di oggi, il visitatore medio può essere molto specifico e dettagliato nella sua ricerca.

Scopri le parole chiave esatte che i tuoi visitatori stanno cercando e personalizza i tuoi contenuti in base a ciò che i dati dicono più importante.

2. Leggere a analizzare il percorso del tuo visitatore titpo

I visitatori seguono un percorso di visita personale, ma nella media abbastanza classico. Questo percorso può portare all’acquisto o all’abbandono del sito ecommerce. Vediamo insieme come i tuoi lead diventano vendite effettive.

La piattaforma Analytics ti aiuta a scoprire il punto esatto in cui il tuo cliente smette di interagire con il tuo sito. È su una pagina, su un checkout o su un post ?  Ci chiediamo se esiste un modo per farlo tornare. È qui che entra in gioco il report Flusso di comportamento.

In questo report, puoi vedere esattamente dove finisce il percorso di visita. Puoi anche filtrare per Sorgente/Mezzo per determinare il viaggio dell’acquirente in base al canale.

È sufficiente accedere al report Flusso di comportamento, e modificare il menu a discesa nella prima colonna per regolare i risultati visualizzati.

Quindi, guarda la colonna “Pagine iniziali” e la colonna “1ª Interazione”. Queste ti daranno un’idea della fase del percorso del visitatore. Analizza questo rapporto per indirizzare i punti di contatto, con la maggior parte dei punti di uscita. Ciò migliorerà l’impegno e aumenterà le conversioni. Personalizza i tuoi contenuti per il viaggio del visitatore basandoti su ciò che ogni canale mostra, e incontra i tuoi clienti dove si trovano.

3. Comprendi gli interessi del tuo cliente

Ogni cliente ha una ragione specifica, per cui visita la tua piattaforma. Google Analytics fornisce i dettagli degli interessi dei tuoi clienti con il suo report Categorie di affinità. La piattaforma distingue questi interessi per demografico.

Sapere cosa vuole e cosa interessa a ogni cliente, è la chiave per fare più vendite. I dati di questo report, facilitano il processo di allineamento del tuo marchio con ciò che è veramente importante per il tuo pubblico. Quindi puoi utilizzare questi interessi per creare contenuti migliori e personalizzare il marketing in base ai loro interessi.

 

Potrebbe interessarti anche: SEO: posizionamento gratuito o campagne a pagamento

 

4. Misura il livello di coinvolgimento sul campo, con le Pagine di destinazione (landing page)

Le tue pagine di destinazione (landing page) possono dirti facilmente in che modo i tuoi visitatori interagiscono con il tuo sito. Il rapporto Pagina di destinazione mostra una vista statistica dell’attenzione dei tuoi visitatori.

Puoi vedere la durata e la frequenza di rimbalzo per ciascuna pagina, quali pagine ottengono maggiore coinvolgimento e quali non hanno valore per i visitatori. Poiché la frequenza di rimbalzo influisce sulla tua classifica nella SERP, ti consigliamo di prestare attenzione a questa informazione. Utilizza questo report per migliorare le pagine di destinazione, aumentare l’attenzione dei tuoi visitatoti, e migliorare la posizione nella SERP.

 

 

 

Se vuoi migliorare la visibilità del tuo sito o del tuo ecommerce, potete cantattarmi inviando una email all’indirizzo info@bloginnovazione.it, o compilando il form contatti di BlogInnovazione.it

Ercole Palmeri

CV Ercole Palmeri

Temporary Innovation Manager

Associato Leading Network

 

Condividi con noi:
2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Digitale
Come aumentare le vendite del tuo e-commerce, strategia pratica

Hai ideato il tuo negozio online, hai investito molto e lavorato duramente per crearlo. Hai creato promozioni, hai venduto prodotti e servizi attraverso il tuo e-commerce per un po ‘di tempo, ma con pochi o nessun risultato. Vediamo insieme come aumentare le vendite del tuo e-commerce, ti mostrerò come identificare …

Digitale
Guida completa per la gestione dei contenuti duplicati in Magento

Anche se in Magento non vengono create pagine uguali, il sito ecommerce conterrà pagine con contenuti duplicati Google non può capire che tutti gli indirizzi URL dei prodotti duplicati, o contenuti duplicati, di Magento hanno come target la stessa pagina. Gli utenti vedranno la versione più pertinente (secondo Google) dell’URL …

Digitale
4
Come indicizzare al meglio le pagine prodotto del tuo e-commerce, quando hai molti contenuti duplicati

Andiamo a vedere come indicizzare bene il tuo sito, in modo tale che i motori di ricerca possano classificare al meglio le pagine dei tuoi prodotti. Vediamo come indicizzare sito eCommerce al meglio, quando potresti avere molti contenuti duplicati. Nel 2013, il motore di ricerca Google si è reso conto …