Cos’è la realtà aumentata, e come possiamo sviluppare App

Remote Collaboration HRC
Digitale

Con uno Smartphone in mano puoi giocare con la realtà aumentata. Puoi scattare selfie con orecchie da coniglio e lingue multicolori a Pokémon Go. Da IKEA per vedere i mobili ambientati in casa propria. L’elenco potrebbe continuare: le app di realtà aumentata sono sempre più diffuse e non servono più solo per divertirsi o giocare. Spesso sono utili strumenti per vari aspetti della vita quotidiana.

Le App di realtà aumentata costituiscono uno degli ambiti professionali più interessanti ed in crescita del mondo IT. Vale la pena approfondire per capire che cos’è la realtà aumentata, come può essere utilizzata e quali opportunità offre dal punto di vista lavorativo.

Realtà aumentata, che cos’è e a cosa serve

La realtà aumentata è un ambiente interattivo che utilizza le potenzialità degli effetti visivi, sonori, testuali generati da un computer per migliorare l’esperienza dell’utente nel mondo reale (fonte Technopedia).

Il concetto fondamentale della realtà aumentata è l’overlay, cioè la sovrapposizione. I contenuti digitali vengono sovrapposti al mondo reale, e le persone possono interagire sia con gli elementi fisici, che con quelli digitali. A questo scopo vengono utilizzati strumenti come la videocamera dello smartphone, gli smart glass come Google Glass o Microsoft HoloLens.

Le applicazioni della realtà aumentata sono praticamente infinite. Dal mondo dell’intrattenimento, questa tecnologia è approdata nei settori più disparati: turismo, industria, perfino nella medicina. La realtà aumentata permette di aggiungere informazioni ( immagini, parole, suoni ) a qualsiasi oggetto. La confezione di un prodotto, un catalogo, le opere di un museo, il cruscotto di un’auto, un macchinario industriale, il tavolo operatorio di un chirurgo.

Le piattaforme per sviluppare in realtà aumentata

Il mercato mondiale della realtà aumentata è in crescita esponenziale. Secondo Statista, negli ultimi tre anni il valore del settore dell’AR a livello mondiale è più che triplicato, passando dai 6 miliardi di dollari del 2016 ai 20,4 previsti per il 2019. I prossimi anni segneranno il vero e proprio boom della realtà aumentata, che nel 2022, sempre secondo Statista, porteranno il mercato globale oltre i 192 miliardi di dollari.

Recentemente sono nate diverse piattaforme per lo sviluppo delle app di realtà aumentata. Per anni il settore della realtà aumentata è stato dominato da Unity, il più noto ed utilizzato ambiente di sviluppo per videogiochi; dal 2017 si sono aggiunti altri grandi nomi del business digitale.

Le piattaforme attualmente disponibili sono Apple ARKit, Google ARCore, Snapchat Lens Studio, Facebook AR Studio e Amazon Sumerian. Apple e Google puntano a creare app per l’intrattenimento, il lifestyle ed il retail come cambiare colore alla propria auto o trovare gli amici ad un concerto. Snapchat e Facebook sono orientate alla produzione di contenuti da condividere sui social media. Amazon invece si rivolge alle aziende con soluzioni per logistica, servizio clienti, formazione dei dipendenti.

Piattaforma Made in Italy HRC

Stiamo assistendo a un’evoluzione della collaborazione che oggi, per offrirti un’esperienza reale, ha bisogno di essere proattiva, intuitiva e immersiva.
HRC da sempre si preoccupa di fornire ai suoi clienti, tramite l’utilizzo delle sue applicazioni, il supporto necessario per risolvere autonomamente ogni problema.
La tecnologia HRC utilizza, su strumenti differenti (dispositivi fissi o mobili e device wearable), le componenti audio/video, i principi di realtà aumentata ed elementi di grafica digitale.

 

Realtà aumentata HRC

 

La Remote Collaboration di HRC consente di completare le attività anche quando chi dovrebbe eseguire la parte operativa non possiede tutte le informazioni e le conoscenze. Con Remote Collaboration puoi ottenere un supporto da remoto e puoi portare il know-how dei tuoi esperti ovunque ve ne sia la necessità.

CONDIVIDERE E MODIFICARE

L’operatore può condividere con il supervisore lo scenario e i documenti tramite la connessione audio/video e apportare sugli stessi contribuzioni grafiche

REGISTRARE

Viene tenuta traccia di tutte le attività effettuate per portare a termine l’intervento, che possono essere ricercabili anche a posteriori

GEOLOCALIZZARE

La geolocalizzazione consente di individuare e registrare la posizione esatta di dove è stato effettuato l’intervento

DESTINAZIONI D’USO

Settore manutentivo, bancario, chimico, medico, assicurativo, finanziario, real estate…

 

Potrebbe interessarti anche:Open innovation, Innovazione del business sfruttando la ‘saggezza delle folle’

 

Da dove iniziare per sviluppare app di realtà aumentata

Per cominciare ad entrare in questo mondo complesso e in continua evoluzione un buon punto di partenza può essere imparare a programmare in Unity. Coloro che hanno già conoscenze di base di programmazione possono anche iniziare da soli: nella sezione Learn Unity del sito aziendale ci sono risorse gratuite come l’intero manuale ed i tutorial per i diversi livelli di apprendimento.

Qualunque sia la piattaforma scelta, il consiglio degli esperti è sempre lo stesso: fare molta pratica e continuare ad aggiornarsi su strumenti e linguaggi, per poter cogliere tutte le nuove opportunità di lavoro che il mondo della realtà aumentata offrirà nei prossimi anni.

 

Ercole Palmeri

CV Ercole Palmeri

Temporary Innovation Manager

Associato Leading Network
Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Incontro Trieste MBA
Digitale
WEB REPUTATION E RICERCA DEL LAVORO: LA GRANDE SFIDA

Un tempo si temeva l’ascolto da remoto attraverso l’intercettazione ambientale o quella telefonica. Negli anni Novanta si fantasticava sulle sorti del pensiero distopico del grande fratello orwelliano divenuto così improvvisamente ingombrante con la realizzazione dell’apparato sorvegliante di Echelon. Tutti erano possibili bersagli ma nella massa, dietro l’ombra dei grandi numeri, …

Digitale
Come fa il motore di ricerca Google a comprendere i testi ?

Da alcuni anni Google ha messo a punto un algoritmo in grado di comprendere i testi. Per questo motivo, un aspetto fondamentale della specializzazione di uno specialista SEO o di un copywriter è la scrittura e leggibilità. Il testo deve soddisfare le esigenze degli utenti, incrementando anche la posizione nella …

Metodologia Agile
Digitale
Agile: Linee guida per l’applicazione della metodologia Agile

L’applicazione della metodologia Agile, richiede quindi un punto di partenza Ma da dove conviene partire per modificare la propria organizzazione e adattarla alla metodologia agile ?